RSS

domenica 4 marzo 2012

9/52

L'ho fatto!!!! Sono stata 3 ore in coda su Piazza Maggiore per rendere omaggio ad un GRANDE della nostra musica, un POETA, un'ARTISTA ma soprattutto un UOMO che purtroppo non conoscevo di persona ma che a detta di tutti era l'essenza della vita, della generosità, della bontà e dell'autoironia. Ho imparato a conoscerlo però attraverso le sue canzoni, canzoni che sono risuonate nella piazza per tutta la giornata e che ci hanno accompagnati in questa lunga attesa in una fila composta, un serpentone osservato dall'alto proprio dalla sua immagine, una bella immagine di Lucio che ci sorrideva soddisfatto! Per questo la mia 9/52 non può che essere per lui


Lui bolognese come me, adorava la nostra Bologna come l'adoro io e forse anche questo mi lega a lui in maniera particolare.



E per sottolineare la sua ironia ho voluto immortalare la scritta che campeggia nel suo campanello di via D'Azeglio, quel Commendator Sputò che comunque ogni bolognese sapeva a chi apparteneva, e che aveva un significato: lui era bravo con i "lumini", (i lumen in bolognese)..... a Bologna i lumini sono gli sputi, da qui Commendator Sputò, che qui è scritto senza accento, ma vi assicuro che proprio fuori la sua porta d'ingresso e in una targa appesa al muro dell'atrio è scritto con l'accento.


Nell'attesa ho voluto immortalare qualche scorcio di Bologna




Oggi 4 marzo sarebbe stato il giorno del suo compleanno, e questo post vuole essere un omaggio a Lucio GRANDE POETA.
Ciao Lucio ci mancherai........


9 commenti:

danda ha detto...

Molto bello il tuo post e il tuo reportage!!! Deve essere stata una grande emozione, e credo che viverla ti abbia fatto bene. Il dolore alla fine fa sempre bene. Un abbraccio specialissimo in questo giorno specialissimo

Ilaria Pedra ha detto...

Marinella, credimi, lo sapevo che saresti andata!
Un grande artista, un grandissimo uomo!

barbarayaya62 ha detto...

Mery non fosse stato perche' ho la piccola malaticcia sarei andata anch'io! A me manca tanto e confesso che ho pianto anche oggi, per me Lucio Dalla e' stato davvero la colonna sonora della mia " giovinezza" e la citta' senza di lui ha perso tanto, non e' facile in quel mondo rimanere cosi' legati alle proprie origini e alle abitudini della citta', diventando parte importante e immancabile di essa! Baci Yaya

Giuli ha detto...

Piaceva forse perchè era vero senza doppia personalità come spesso gli artisti si ritrovano.
Del Commendator Sputò non lo sapevo. Una cosa divertente, ironica.
Bologna è bellissima anche in lutto.

Ciacchina ha detto...

questa sera scrappo con la sua musica a tenermi compagnia...

Robi ha detto...

Bellissimo post. Delicato e struggente, sarebbe piaciuto pure a lui. Buona giornata

Arianna ha detto...

Direi che hai fatto benissimo...
Benché io sia giovane, l'ho conosciuto e apprezzato e amato attraverso mia mamma...
L'ho visto lo scorso anno in concerto con De Gregori, un'emozione indescrivibile!!
era un grande musicista e a quanto pare anche un grande uomo!

Claudia ha detto...

grandi emozioni e tristezza per tante di noi, da lontano. Credo di capire cosa tu abbia provato stando lì...io ero andata al funerale di Fabrizio de André: si sta male da un lato, ma si sta bene perché si condivide il dolore con sconosciuti che provano le stesse cose...

Silva ha detto...

hai ragione Mery, era un poeta dei nostri tempi!
Silva